Le diverse tipologie di Pellet

Esistono diversi tipi di pellet:

IL PELLET 100% DI LEGNO DI ABETE
L’abete, un albero sempreverde che cresce abbondante sulle nostre Alpi e viene prodotto in grande quantità oltralpe, fornisce legno per il tipo di pellet più richiesto che ci sia. Il pellet di abete bianco e il pellet di abete rosso, infatti, è un materiale ottimo e pregiato che garantisce un’ottima resa e comporta poco residuo di cenere nella vostra stufa. Inoltre brucia lentamente e quindi questo va a vantaggio dei consumi.

IL PELLET 100% DI LEGNO DI FAGGIO
Il legno di faggio garantisce un pellet di altissima qualità, con una resa addirittura maggiore rispetto a quella del pellet di abete. Infatti ha una potenza calorifica notevole che ne fa un ottimo investimento per il riscaldamento. Il pellet di faggio costa anche generalmente meno rispetto al pellet 100% abete, però bisogna considerare che il faggio si consuma più velocemente e lascia molto più residuo fisso.

IL PELLET MISTO FAGGIO E ABETE
Il pellet misto di legno di faggio e di abete è un pellet che combina in quantità variabili le due tipologie più pregiate di legno e in questo modo si cerca di ottenere una media delle qualità di entrambe le materie prime: l’abete che dura più a lungo e il faggio che scalda di più.

IL PELLET DI CASTAGNO
Il pellet di castagno deriva dal genere arboreo Castanea, nome scientifico del castagno, un albero che appartiene alla famiglia delle Fagacee e come il faggio è garanzia di qualità, per quanto riguarda il mondo del pellet. Questo pellet piace ai consumatori perché lascia pochissimo residuo, ma rispetto alle altre tipologie è più raro ed anche più caro.

IL PELLET DELLE CONIFERE
Alla famiglia delle conifere appartengono piante antiche e bellissime, tra cui anche la sequoia. Il nome conifera significa portatrice di coni, infatti le pigne si possono chiamare anche coni. Per produrre il pellet misto di conifere si utilizzano di solito il pino, l’abete e il larice.

IL PELLET MISTO
Infine, c’è il pellet misto che è composto da legni diversi, in proporzioni che variano a discrezione del produttore. Le tipologie di legno utilizzate per il pellet misto sono tutte quelle indicate in questo articolo e possono essere quindi legni di abete, faggio, pino, larice e anche rovere, in proporzioni variabili.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi